Arbovirus

In allestimento

Arbovirus (Wikipedia)
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Arbovirus
Rubella virus TEM B82-0203 lores.jpg
Virus della rosolia, un Togaviridae.
Classificazione dei virus
Dominio Acytota
Gruppo Gruppo III (virus a dsRNA); gruppo IV (virus a ssRNA+); gruppo V (virus a ssRNA-)
Gruppo Arbovirus
Famiglie

Gli arbovirus sono virus trasmessi agli uomini da artropodi. Il termine deriva da una classificazione ormai datata: è l'acronimo di arthropod-borne viruses.
Normalmente sono virus che sono trasmessi in natura senza comprendere l'uomo e, solo saltuariamente, lo infettano.
Le arbovirosi fanno parte della più complessa categoria delle zoonosi che comprende le malattie di origine virale, batterica, protozoica e metazoica, trasmesse da animali (quindi non solo artropodi, ma anche roditori e altri mammiferi).
Si tratta di virus ad RNA, appartenenti a diverse famiglie.

Ultimamente (le arbovirosi) vengono sistematizzate nel gruppo delle ectoparassitosi. Gli ectoparassiti sono agenti infettivi che richiedono l'interazione con la superficie esterna di un ospite. Questa interazione può durare solo il tempo di una puntura (pasto di sangue), oppure può durare molto di più con permanenza dell'agente sulla cute per settimane, mesi o persino anni.

Tra le ectorassitosi comprendiamo:

Zoonosi da arbovirus sono:

Esistono più di 500 virus zoonotici, dei quali circa 1/4 può infettare l'uomo.

Precedente Antivaricella vaccinazione Successivo Area Celsi